Un buon vino per l'estate che va via

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri
Vota questo articolo
(1 Vota)

filippo_veltri.jpg

 È con questo spirito di allegria che l’azienda Librandi, storica cantina calabrese con sede a Cirò Marina, propone per la stagione più torrida che ora va al suo tramonto il suo Critone Igt, un bianco che si abbina perfettamente alle pietanze.

Il Critone prende il nome dall’allievo prediletto di Socrate, segno dell’imprescindibile legame tra queste terre e l’Antica Grecia, la cui cultura sembra incessantemente insinuarsi e rimanere impressa nella tradizione vitivinicola di questo meraviglioso angolo della Calabria.

La Val di Neto da cui origina il Critone sfoggia infatti un fascino da oasi faunistica. È una terra unica, con un ecosistema tra i più interessanti dal punto di vista ecologico e naturalistico. I suoi vigneti,  tra lo Jonio e la Sila, rispecchiano la generosità di questa terra in cui mare e montagna quasi si toccano.

L’azienda Librandi coltiva la vite da quattro generazioni, dagli anni ’50 ,invece, ha iniziato l’attività di imbottigliamento. La gestione dell’azienda, da sempre saldamente in mano alla famiglia, si avvale della collaborazione tecnica di Donato Lanati e del suo studio Enosis Meraviglia. Armonizzare tradizione e sperimentazione, senza che l’una abbia il sopravvento sull’altra: questa la “filosofia” di un'azienda che da' lustro a tutta la Calabria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA