Calabria, ce la puoi fare

Scritto da  Pubblicato in Tonino Iacopetta
Vota questo articolo
(0 Voti)

tonino_iacopetta-12122016-120410.jpg

 È vero, Garanzia giovani ha avuto poco successo anche per l’incapacità del personale politico che amministra la Regione Calabria, né è stato sentito il mio consiglio di garantire effettivamente ai giovani calabresi meritevoli o che comunque avessero dimostrato di averne pienamente diritto, un reddito per evitare l’emorragia delle nostre forze giovani verso altri lidi. Ora, se pensiamo che per altri versi la Calabria sta dimostrando di essere ai primi posti tra tutte le regioni per cultura e arte, è un vero peccato essere poi all’ultimo posto economicamente e socialmente. Pensate che nel giro di pochi mesi la Calabria si è fatta conoscere al mondo con il film di Francesco Munzi ‘Anime Nere’trattato dal grandissimo libro di Criaco (da Africo vecchio) edito da un altrettanto grande editore del lametino, come Rubbettino; allo stesso tempo un altro calabrese di Girifalco come Domenico Dara è sempre al primo posto nella classifica nazionale dei libri di narrativa più venduti e Antonio Iacopetta già dell’anno scorso è entrato a fare parte, come poeta, di una collana internazionale di poeti edita dal fiorentino Passigli. La città lametina senza fare sciocco campanilismo è poi una fucina di talenti perché non si può dimenticare un’icona dello spettacolo come Carlo Carlei e tanti altri talenti in vari settori come Giandomenico Crapis, per la comunicazione o Manfredi per il giornalismo e Bevilacqua, che ha saputo valorizzare i gioielli naturali della Calabria, dotato di stile ed eleganza sopraffina di autentico scrittore. Ma anche dalla parte del reggino e del crotonese non si scherza nel campo della moda o dei profumi, mentre chiedo scusa alla lametina Mazza, celebre concertista di fama mondiale. Ditemi voi, se non è un peccato sapere coniugare arte, letteratura, cinema, moda, con l’aspetto economico e sociale!

© RIPRODUZIONE RISERVATA