Età che avanza e feste natalizie che arrivano

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri
Vota questo articolo
(5 Voti)

maria_arcieri.jpgCon l’avvicinarsi delle feste natalizie e (per alcuni dell’età) si rischia di incontrare sempre di più quarantenni che si vestono come Heidi. (cartone animato). Soprattutto donne che si confondono con l’albero di Natale. Di tutte le età. Secondo un mio amico è la voglia di emergere che rende anche le eterne ragazze dai quaranta ai cinquanta diverse da com’erano nella gioventù. Look che spaziano da Mary Poppins e Lady Gaga quando la meravigliosa artista decide di osare. Oppure accade che queste signore ( single e sposate) entrano nei negozi e tutto quello che la commessa propone sono convinte di poterlo indossare.

E’ per questo motivo che si ritrovano a essere diverse da come la loro natura ha deciso che fossero. “Osare” sembra essere il loro leit motiv. Sono donne che vogliono tutto e subito. Che vogliono osare, che hanno deciso di non rispettare sempre tutto e tutti. E che la gioventù decidono loro se deve essere terminata o se sono gli altri a decretare che bisogna vivere, pensare e vestirsi come le signore degli anni  50’. E che a trenta anni le loro mamme erano invece, già vecchie. Questa è la risposta delle nuove donne che lasciano ingrigire i capelli perché è la moda che comanda, che escono con i trentenni perché il problema se lo creano gli altri. Che al posto delle pentole preferiscono acquistare pacchetti di massaggi e bolerini di pellicce e non sopportano più le cattiverie maschili e i soprusi ( non tutte purtroppo lo fanno) di mariti e dei datori di lavoro.

E questo look esagerato che che supera i limiti, (quando non ne esistono nella moda ma solo nel buon gusto) è la risposta a tutto questo soffocante provincialismo. Ed è come urlare in silenzio che si è donne a tutte le età anche se gli altri ti tengono il conto. E quelle che si vestono in modo semplice, sappiate che sono più aggressive di chi ostenta il look alla David Bowie…

© RIPRODUZIONE RISERVATA