Dove c’è stile… non c’è volgarità

Scritto da  Pubblicato in Maria Arcieri
Vota questo articolo
(11 Voti)

maria_arcieri.jpg

Mai come quest’anno per le strade della città è un tripudio di micro pantaloncini in jeans che si trasforma in luccichio negli occhi dei signori per questa visione. E cambia la visione a secondo di chi li indossa. La gioia degli occhi diventa puro ingrifamento, a secondo dell’età di chi ammicca.

La vera novità moda non sono i jeans ma gli shorts e bermuda che troviamo sui fisici delle donne. E fin quando si tratta di adolescenti tutto è concesso ma, dopo i trenta, optate decisamente per il bermuda o per il pantalone lungo. Quando si tratta di moda, dobbiamo fare i conti con le forme del nostro corpo e, nel caso degli shorts, delle nostre gambe. E magari, se si potessero togliere dall’armadio per le occasioni idonee sarebbe ancora meglio. Non sono idonei in città, altrimenti le si potrebbe scambiare per delle  tedesche in vacanza che non indovinano mai il look.

Stesso discorso nelle chiese. E’ una questione di rispetto. Negli uffici di lavoro, alcune sfilano già con capi stretti e scollati. Poi c’è il dato che vede le tute elasticizzate o i tacchi a spillo nei luoghi meno opportuni. Sono scelte che rendono volgari le donne che dovrebbero leggere sui giornali di moda cosa e quando indossare l’abitino sexy e quando quello da educanda.

Più difficili da indossare sono gli shorts cortissimi che richiedono gambe lunghe e perfette, cioè senza un filo di cellulite o una smagliatura.

Stesso discorso per il gonnellino shorts molto corto. Adatto per una festa elegante in piscina anche gli shorts in jeans aderenti oppure con salopette. Per chi vuole nascondere qualche piccola imperfezione alle cosce e non intende rinunciare alla moda del pantaloncino corto, la soluzione più elegante è quella di portare un vestito in chiffon sopra uno shorts, oppure un vestito dello stesso colore. Si darebbe un tocco di eleganza a se stesse e alla categoria delle donne.

Chi esce e osserva le altre che indovinano l’abbigliamento è come segnare un goal con la nazionale agli europei. E allora perché non essere come i francesi che arrivano sempre in finale? E come le francesi che sono le icone di stile…….da Oscar dell’eleganza….

© RIPRODUZIONE RISERVATA