L’agricoltura come patrimonio strategico

Scritto da  Pubblicato in Filippo Veltri
Vota questo articolo
(4 Voti)

filippo_veltri.jpgL'agricoltura per la Calabria rappresenta un patrimonio strategico dal quale partire: ha ragione Luigi Sbarra che sottolineava nei giorni scorsi il valore nazionale della filiera agroalimentare. E’ un patrimonio su cui investire, in termini moderni e avanzati, in una visione di contesti territoriali. Lo sviluppo sostenibile cui dobbiamo  pensare non può non partire da ciò ed ha colto nel segno Coldiretti che a fine 2015 ha riproposto in grande il tema nell’undicesimo Forum svoltosi ad Amantea, come al solito assai partecipato. L’agricoltura, le sue energie, le sue forze costituiscono davvero per la nostra terra  un punto di forza, una risorsa alla quale guardare per un percorso di crescita, ma dobbiamo abbandonare la logica di un'agricoltura costantemente protesa a raccogliere elemosine e stati di calamità e dobbiamo avere il coraggio della verità (parole di Alberto Statti, presidente di Confagricoltura).

Viviamo, infatti, in una regione che ha una condizione economica e sociale di difficoltà maggiore rispetto ad altre realtà, evidenziata come e’ noto da numerose analisi e da più istituti. Le emergenze, nel corso di un lungo periodo, sono state prevalenti rispetto all’attenzione sulle questioni dello sviluppo. Ora occorre cambiare marcia. La Giunta regionale sta facendo uno sforzo - parziale finché si vuole - in questa direzione e non si puo’ non riconoscerlo. Sulla programmazione si è, infatti, lavorato sodo e per quanto riguarda il POR siamo arrivati a recuperare il ritardo dal quale si partiva. Per quanto riguarda il Piano di Sviluppo Rurale (PSR), la nostra regione lo ha approvato nei tempi giusti. La fase di elaborazione ha contato un lavoro fatto di concerto con i rappresentanti del mondo dell'agricoltura, così come, per gli altri strumenti, con il mondo produttivo, degli amministratori locali, in  stretto raccordo con le altre organizzazioni per elaborare strategie rispondenti a quelle che sono le potenzialità della Calabria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA